| Home > Attualità |

Il massone Winston Churchill era fortemente razzista

Ho veduto sul web che ogni tanto vengono pubblicate e fatte girare da diverse persone delle immagini di Winston Churchill con citazioni di frasi di questo massone, facendole passare come massime di vita imperdibili, ma quando ho saputo che era razzista oltremodo, ho sentito la necessità di pubblicare anch’io delle frasi e aforismi di questo massone. Voglio farvi notare che i massoni pubblicizzano tanto la loro tolleranza e l’uguaglianza tra le genti, che trovo queste affermazioni di questo massone storico così di cattivo gusto e di una cattiveria da far rabbrividire persino Hitler.

Anche queste affermazioni partecipano a far comprendere alla massa chi siano realmente i massoni, e che la famosa loro tolleranza verso tutti è solo una cosa di facciata, un manifesto pubblicitario per non far fuggire le persone dalla loro istituzione diabolica (si vedano nel mio blog ‘La Buona Strada’ i vari articoli che dimostrano tali affermazioni).

Tutte le popolazioni dovrebbero scrollarsi di dosso questo cancro che ti avvolge come un manto terribile e nero, che non ti lascia scampo, e ti strappa tutta l’energia vitale, perché è implacabile, presente dapertutto e invisibile. Ma potrà mai essere una cosa buona e socialmente utile un’associazione che ancora oggi in democrazia si muove nella segretezza? Ma non è nella luce e nella chiarezza più limpida che una istituzione benefica per la società deve agire? Ma ci potrà mai essere qualcosa di buono da chi nasconde al suo prossimo di essere massone?

Noi stiamo incominciando a “cacciare via” i massoni dalla Chiesa di Cristo Gesù, almeno ad individuarli.

Giuseppe Piredda

Su Winston Churchill vedi:

https://it.wikiquote.org/wiki/Discussione:Winston_Churchill

https://en.wikisource.org/wiki/Churchill’s_1919_War_Office_Memorandum

Churchill ordinò l’uso del gas:

Nel 1920 gli arabi e i curdi della Mesopotamia si ribellarono all’occupazione britannica; quando la resistenza guadagnò forza i britannici ricorsero a crescenti misure repressive, e lo stesso Winston Churchill, nella sua veste di Segretario per le Colonie, autorizzò l’uso di agenti chimici, specie iprite, sui ribelli. Consapevole dei costi finanziari di una repressione, Churchill confidava che le armi chimiche si potevano impiegare con poca spesa contro le tribù mesopotamiche, dicendo «Non capisco perché fare tanto gli schizzinosi riguardo l’uso del gas. Sono fortemente a favore dell’impiego di gas velenosi contro tribù non civilizzate. (Tratto da: https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_chimica)

Eccovi uno screen di un’altra fonte di cui si parla di questa frase discussa di Churchill: “I am strongly in favour of using poisoned gas against uncivilised tribes.”


Vai ad inizio pagina.